Fonte: DONNA MODERNA

Nello studio di zona Bovisa, dallo stile ispirato agli speakeasy del proibizionismo americano, il team di artisti specializzati in tutti gli stili realizza tatuaggi, piercing e trucco semipermanente all’insegna del top di gamma, in un connubio di etica ed estetica senza compromessi.

Al civico che non c’è si trova il locale che non ti aspetti. Siamo a Milano, zona Bovisa, al 21 Club Tattoo di via Don Giuseppe Andreoli 20. Qualcosa non torna? “Quando mi sono accorto che il numero 21 non c’era, mi è venuto in mente il 21Club di New York, il più famoso speakeasy ai tempi del proibizionismo: di facciata un ristorante nel retro uno spaccio di alcolici. Una coincidenza perfetta per dare un’identità allo studio, un concentrato di tutto ciò che, da cliente, non avevo trovato negli studi di tatuatori ”, spiega Omar Ferrari, mente e anima imprenditoriale della realtà messa in piedi senza badare a risparmio o convenienza, curando i dettagli nei minimi particolari per offrire solo il meglio alla clientela. Che va da sé, è di altissimo livello, annovera (anche) cantanti, calciatori di serie A, modelle, influencer e youtuber ed è accolta da un personale attento tanto all’estetica quanto all’etica.

21 Club Tattoo: l’attenzione al cliente prima di tutto

Che il 21 Club Tattoo sia fuori dagli schemi tradizionali si percepisce non appena si mette piede nel luminoso open space dotato di tutti i confort e arredato in stile anni Venti che sembra fare il verso a un museo. Per la serie: sui muri bordò, accanto alle riproduzioni a mano degli studi del criminologo Cesare Lombroso alle prese con i tatuaggi dei delinquenti, si ammirano le foto in bianco e nero di persone tatuate nel secolo scorso e un quadro originale del boss d’America Lucky Luciano; l’accoglienza si fa appoggiati a un bancone da bar; l’attesa (brevissima) si consuma su un divano Chesterfield e così via. Quando poi si entra nel vivo del servizio e la puntualità spacca il minuto, accomodati sulle poltrone imbottite e reclinabili, in una postazione che, su richiesta, garantisce privacy e discrezione grazie ai separé allestiti ad hoc, l’intuizione che 21 Club Tattoo ci sia spazio solo per l’alta gamma, si fa certezza. “L’attenzione al cliente viene prima di tutto – sottolinea Omar – : ben consapevoli che il tatuaggio è un investimento economico ed emotivo e spesso è doloroso, ci facciamo trovare pronti, con le bozze già disegnate e tutti i materiali sterili e monouso già disposti”. Merito dell’altra qualità, l’organizzazione: i tatuatori si mettono al lavoro subito dopo la prima consulenza gratuita orientata a definire la reale fattibilità della realizzazione e votata alla chiarezza e trasparenza nella definizione del prezzo finale. Succede perché qui gli artisti sono anzitutto dei professionisti capaci di declinare, senza fare i capricci, l’estro al mestiere per offrire il miglior risultato, a tutto tondo.

Tattoo, piercing e trucco semipermanente: l’offerta del 21 Club Tatoo

Alla voce stili, il ventaglio spazia dai tatuaggi realistici a quelli ornamentali passando per i minimal; dai mandala ai maori, dai tattoo giapponesi ai lettering a linea fine, senza dimenticare i dotwork, l’old school, e i water color e chi più ne ha, ne metta. Il segreto è “un team imbastito ad arte per soddisfare tutte le richieste anche grazie alle collaborazioni con artisti chiamati come guest”. Fil rouge che lega tutta l’offerta del Club, che propone anche la possibilità di fare piercing e trucco semipermanente, dall’applicazione di extension delle ciglia in avanti.

Tatuatori: professionalità, estetica ed etica

Premesso che “non solo il tatto è per sempre ma anche il ricordo di chi l’ha fatto rimane sulla pelle per tutta vita”, la professionalità degli artisti del Club di Bovisa emerge fin dal primo appuntamento. La consulenza gratuita è fondamentale per instaurare l’empatia e la fiducia reciproca necessarie a trasformare un’idea in un disegno, decidere dove tatuarla e dargli un prezzo. Tenendo presente che non sempre tutto è fattibile: “In generale siamo aperti alle richieste ma l’estetica non deve mai vincere sull’etica: se arriva un giovane deciso a farsi il primo tattoo sul collo, in testa o sul viso, ci rifiutiamo e cerchiamo di consigliargli zone alternative”. Attenzione che dedicano anche a chi sceglie un tatuaggio solo in virtù delle mode: “Il segreto per non stufarsi è dargli un significato, perché i trend passano ma il segno resta”. E si modifica nel tempo, dettaglio che al Club chiariscono bene a chi desidera tattoo minuscoli e dettagliati e a chi passa da un tattoo all’altro. In merito, annuncia Omar, “stiamo valutando d’inserire tra i servizi anche il laser per la rimozione dei tattoo perché, schiarendo il vecchio disegno, agevola la nuova creazione”. Ennesimo servizio che fa del 21 Club Tattoo il locale che non ti aspetti ma che quando scoprì, non dimentichi mai più.

0 4